Anna Lodron

annaAnna Frundsberg di Mindelheim, nata contessa di Lodrone, era la figlia del conte Parisotto Antonio di Lodrone e di sua moglie Maria. Nel 1452 la famiglia Lodrone aveva ricevuto il titolo ereditario di conti dall’imperatore Federico III. I Lodrone avevano proprietà nelle Valli Giudicarie, in Val Lagarina e a Trento.
L’11.9.1519 Anna si sposò con Giorgio I Frundsberg (1473-1528), la cui prima moglie era morta nel 1518.
I rapporti tra i Frundsberg e i Lodron esistevano già da tempo: Udalrico, il fratello di Giorgio, era vescovo di Trento (1486-1493) e conosceva la famiglia Lodron; Giorgio aveva conosciuto il fratello di Anna, il conte Ludovico di Lodrone, nella guerra contro la Repubblica di Venezia.
Il matrimonio con la contessa di Lodrone aumentava il prestigio del casato di Giorgio.
Anna, cresciuta nell’ambiente rinascimentale dei palazzi eleganti di Trento, doveva abituarsi ala vita semplice nel paese straniero e fare da madre per i 7 figli dal primo matrimonio di Giorgio.
Insieme Giorgio e Anna ebbero 3 figli: la figlia Siguna, nata nel 1522, sposata con Erasmo di Venningen, ebbe 5 figli e viene citata ancora nel 1572. I gemelli maschi Giorgio e Filippo e Giovanni Corrado, nati nel 1524, morirono giovani.
Anna amministrava i territori dei Frundsberg con molta attenzione e rappresentava il marito che era assente per lunghi periodi, occupato con le diverse campagne di guerra per gli interessi degli Asburgo.
Oltre alle proprietà nella Svevia, i Frundsberg avevano territori nel Tirolo: c’era l’Ötztal con la giurisdizione di St. Petersberg e c’era la zona di Straßberg (vicino a Colle Isarco) – Sterzing (Vipiteno).
Anna era molto interessata delle idee della Riforma in Germania, iniziata nel 1517 da Martin Luther con la pubblicazione delle sue tesi. Lei proteggeva profughi e non impedì gli influssi delle idee riformatrici nei suoi territori.

castello-di-annaMolto difficile diventò la situazione per Anna nel 1527; Giorgio aveva preso molti soldi in prestito per finanziare le campagne di guerra in Italia, dando in pegno anche i gioielli della moglie.
Siccome Giorgio si ammalò gravemente in Italia, i creditori volevano da Anna il rimborso del denaro dato in prestito. La richiesta di aiuto presso il governo a Innsbruck fu esaudita solo alla fine del 1528.
Anche dopo la morte di Giorgio nell’agosto del 1528 Anna continuò di amministrare la proprietà. I figliastri Gaspare e Baldassare, entrambi eredi del padre, erano spesso assenti lasciando la responsabilità alla matrigna.
Nel 1533, Anna si sposò con Erasmo Erbschenk di Limpurg con il quale ebbe 3 figli: Anna, Federico e Caterina.
Il monumento sepolcrale di Anna, contessa di Lodrone, si trova nella «Schenkenkapelle zu Comburg» nei pressi di Schwäbisch Hall nel Baden Württemberg.

Menu